geko
Prodotto made in Italy

Tutti i vantaggi

foto dispositivo geko
  1. Fornisce all’inverter sempre la giusta tensione, anche quando questa risulta variabile in ingresso.
  2. Geko protegge gli inverter da sovratensioni esterne, questo permette di evitare fastidiosi guasti e esose riparazioni.
  3. Geko, permette all inverter di funzionare in qualsiasi situazione di tensione in ingresso (particolarità che lo rende unico nel settore). Infatti, il suo ampio range (187-260V) fa si che la produzione dell’impianto sia sempre continua e non subisca interruzioni. Ottenendo sempre la massima produzione possibile.
  4. L’installazione di Geko è minimamente invasiva, difatti, viene installato a valle del contatore bidirezionale.

*Il dispositivo Geko ha una garanzia di 2 anni con possibilità di estensione

Caratteristiche tecniche

Tensione nominale di ingresso187 – 260 V
Frequenza nominale49÷51Hz
Tensione di uscita235÷242V
Variazione del caricoda 0% al 100%
Fattore di potenza del caricoNon determinante
Forma d’onda in uscitasinusoidale
Rendimento a pieno carico98%
Temperatura ambiente di lavoro-25°C ÷ +45°C
RaffreddamentoCircolazione naturale
Umidità relativa≤95%
Grado di protezione contenitoreIP44

La gamma geko si divide in due categorie:

1.
Monofase

da 4 kVA a 7 kVA

2.
Trifase

da 12 Kva a 20 kVA

FAQ

Scegliere l’energia del sole per il fabbisogno energetico della propria casa è una scelta sostenibile che contribuisce a ridurre le emissioni di CO2 e di altre sostanze inquinanti nell’aria. Ecco le principali domande e risposte per chi vuole passare ad una fonte di energia alternativa e amica dell’ambiente

Il fotovoltaico è una tecnologia che converte l’energia del sole, quindi una fonte di energia pulita e 100% rinnovabile, in energia elettrica da utilizzare per soddisfare completamente o in parte il fabbisogno energetico.

Certamente, se c’è spazio a sufficienza. I moduli di un impianto fotovoltaico possono essere installati sul tetto dell’edificio, ma anche sul terrazzo o sul balcone, su una facciata della casa o a terra.

Nel caso dell’autoconsumo, vale a dire di un impianto che riesce a soddisfare completamente il fabbisogno energetico di una casa, parliamo di risparmio del 100%.

L’unità di misura è il KW/p, il chilowatt di picco, ovvero la massima potenza che i pannelli possono raggiungere nell’assorbimento delle radiazioni solari, quindi alle condizioni ottimali e in una situazione di massimo rendimento termico.